Matrimonio Shabby Chic

Ormai da qualche anno lo stile Shabby Chic è tra i preferiti dalle spose dolci e romantiche. Ci fa rivivere le atmosfere di altri tempi, tenere e ovattate; ci fa tornare in mente le vecchie fotografie della nonna, in perfetto stile retrò; ci fa pensare alla fanciullezza, tutta fiori e farfalle, ma ben radicata nelle antiche tradizioni.

Lo Shabby Chic è tutto questo e anche di più. È uno stile un po’ fané, un po’ decadente ma raffinato ed elegante. È molto importante individuare la linea sottile tra l’eleganza e l’esagerazione, in quanto lo Shabby Chic è uno stile leggero e molto attento ai dettagli. Nulla può essere lasciato al caso, tutte le decorazioni vanno pensate in anticipo e devono seguire la stessa linea dolce e leggera, tutta pizzo e merletti, nuvole di petali e vasi di caramelle. Il bianco antico tendente al panna e all’ecrù, insieme al rosa delicato in tutte le sue nuance, sono grandi protagonisti dello Shabby Chic. Tazze e teiere di fine porcellana dipinte a mano, cornici in legno dipinto di varie misure, gabbiette con fiori come centrotavola o appese di qua e di là come decorazione, lanterne e candele profumate dappertutto, magari anche una bicicletta antica o un grammofono per dare quel tocco in più alla vostra festa  Shabby Chic e il gioco è fatto. Ovviamente anche il tovagliato deve seguire la stessa linea, quindi cotone o lino con aggiunte di pizzo o merletto, magari per avvolgerne dei vecchi libri al centro dei tavoli; portatovaglioli con l’antico cammeo della nonna e i segnaposti tutti rigorosamente scritti a mano con un bella calligrafia tutta ghirigori. Per il tableau de mariage si può pensare alle foto degli sposi attaccate con delle mollette colorate alla corda di rafia o anche a vasetti di erbe aromatiche dentro a sacchetti di carta da fornaio, sistemati su una bella credenza vintage. E, ovviamente, fiori, fiori dappertutto, specialmente rose belle aperte, peonie e ortensie. Ma il punto forte del matrimonio Shabby Chic sarà sicuramente il tavolo dei dolci, con varie alzatine contenenti torte e cupcakes, barattoli pieni di marshmallows e confetti, macarons e biscotti glassati, volendo con tutto impreziosito da file di perle.

E la sposa Shabby Chic come deve essere? Sicuramente deve scegliere il look romantico con un trucco leggero e fresco e l’acconciatura morbida, magari con l’aggiunta di fiori freschi fra i capelli. Anche l’abito deve essere in stile: no a gonne troppo voluminose, sì a linee morbide, prezioso pizzo e gioielli antichi. Se la stagione lo permette, il bouquet di mughetto sarà perfetto, altrimenti peonie o rose andranno benissimo. State sognando già adesso? Allora il matrimonio Shabby Chic è quello che fa per voi!

Vi invitiamo a contattarci per ulteriori informazioni.


Matrimonio Boho Chic

Lo stile Boho Chic è abbastanza recente in Italia, ispirato alle nozze di Kate Moss, che organizzo’ il suo matrimonio in perfetto stile Boho Chic con tanto di coroncine di fiori e gonne svolazzanti. In realtà la parola “boho” viene da “bohèmien” che significa “gitano” ed è proprio questo il must di questa tendenza. Libertà, semplicità e legame con la natura sono i punti cardini del matrimonio Boho Chic e, quindi, anche il luogo del ricevimento va scelto con questo criterio. Sicuramente non andrete a festeggiare in un palazzo antico o una villa elegante ma sceglierete un agriturismo con tanto di prato o giardino o anche la casa di campagna degli sposi o dei loro genitori, dove potersi sbizzarrire con allestimenti a tema.

Se ci sono alberi alti, si possono appendere delle semplici altalene in legno, magari decorando la corda con qualche fiore. Utilizzeremo plaid e cuscini per creare angoli per bambini, che saranno felici di rotolarsi nell’erba. Cassette di legno piene di piante aromatiche; bottigliette e vasetti di vetro colorato riempiti di fiori del campo e sistemati un po’ sui tavoli, un po’ appesi ai rami; semplici sedie di legno marrone e come segnaposto lavagnette con i nomi degli ospiti scritti con gessetti colorati. Si potranno usare delle botti da vino come appoggio per aperitivo e, decideste di celebrare il rito simbolico in mezzo ai campi, le sedute fatte di fieno saranno perfette.

E la sposa Boho Chic come deve essere? Sicuramente il look sarà molto naturale, effetto nude, con trucco leggerissimo che accende la carnagione e capelli sciolti o raccolti in una o più trecce non troppo ordinate. Andranno benissimo anche coroncine di fiori fresche per la sposa e le damigelle, e il bouquet ideale sarà con vari fiori di campo di diverse altezze raccolti in un mazzetto scomposto. L’abito da sposa è leggero e svolazzante, le braccia sono nude, magari con delle polsiere gitane, e ai piedi sandali gioiello al posto di tacchi alti. I colori prescelti vanno dal crema al marrone nelle loro diverse sfumature per accentuare il calore della terra. Siete di carattere libero e sognate il matrimonio a stretto contatto con la natura? Allora lo stile Boho Chic è quello che fa per voi!

Vi invitiamo a contattarci per ulteriori informazioni.


Il grande Gatsby: Matrimonio anni 20

Sicuramente un periodo storico tornato in voga dopo l’uscita del bellissimo film “Il grande Gatsby” e’ “i ruggenti anni 20”, con la sua atmosfera sfavillante tutta lustrini e paillettes. Parliamo di anni ’20 in America, anni di charleston, swing e art déco, anni quando fu inventato il jazz, anni del Cotton Club, e già questo ci aiuta tantissimo, sia con la scelta della musica che della location, per il ricevimento del matrimonio: un hotel dove affittare un grande salone con specchi e importanti lampadari di cristallo sarà sicuramente la scelta migliore; altrimenti una villa con fontane e imponente scalinata da dove scenderà la sposa.

Erano anni molto glamourous, caratterizzati da grandi ed eleganti ricevimenti. L’allestimento a tema comprenderà sicuramente grandi piume e fili di perle, interi vasi  pieni di perle, e poi pizzo, spille vintage, candele, fiori color pastello, grammofono e fiumi di champagne servito nelle coppe. Possono essere utilizzate anche boccette di profumi e cappelliere, magari per le cards di auguri. E con un occhio particolare alla calligrafia e allo stile dei segnaposti, che devono corrispondere al periodo scelto.

La sposa  anni ’20 deve fare molta attenzione alla scelta degli accessori. L’acconciatura preferita di quel periodo era lo spensierato caschetto ma se portate capelli lunghi o un altro tipo di taglio, raccoglierete i capelli di lato, lasciando uno strutturato ricciolo tirabaci. Una Tiara o una fascia con gioiello rétro, un pettinino o un  fermaglio d’epoca, un cerchietto o un cappello con piccole piume: sono tutti accessori che vanno benissimo per il matrimonio in stile “grande Gatsby”. Il trucco deve essere leggero ma accentuato da lunghe ciglia finte, sono da preferire colori naturali ma brillanti . L’abito dritto e con linee morbide, che cade lungo il corpo, magari con frange e scollato sulla schiena, e le scarpe a punta tonda con tacco midi completano il look della sposa anni ’20. Per l’uomo il gilet è d’obbligo e tutto il look deve ispirarsi ai film sui gangster americani. Vi vedete già nel ruolo di Daisy avvolta nella nuvola di piume e paillettes? Allora il matrimonio in stile anni ’20 farà sognare voi e i vostri ospiti!

Vi invitiamo a contattarci per ulteriori informazioni.